lunedì 7 aprile 2014

Spaghetti con pesto di pistacchi di Marco Bianchi

Vi ho mai parlato di Marco Bianchi? 
Beh, non credo serva che lo faccia io, é già piuttosto noto di suo. É un divulgatore scientifico, consulente del team di Umberto Veronesi e "cuoco". Le virgolette le ho messe perché il suo essere cuoco, da quanto ho letto, é un mix di passione, amore per il cibo sano e ricerca scientifica volta a prevenire l'insorgere di malattie.
Ho recentemente acquistato il suo "Ricette della dieta del digiuno" e, come prima ricetta, ho provato questi spaghetti integrali con pesto di ricotta e pistacchi.
Questo libro si lega a "La dieta del digiuno" di Umbero Veronesi, prima andrebbe letto questo e poi quello di Bianchi ma io sono partita dalla "pratica in cucina", ora sto leggendo quello del Prof.
Mi piace ciò che scrivono: un "sano" digiuno settimanale fa bene, non é pesante, purifica il corpo e rischiara la mente. Per Veronesi il digiuno é totale astinenza dal cibo, per Bianchi invece possono essere introdotti dei frullati a base di frutta, per entrambi é fondamentale bere moltissimo (acqua, tisane, succhi di sola frutta). Nel suo libro Marco Bianchi spiega perché sia fondamentale nutrirsi in un "certo modo" e presenta ricette gustose e sane, da abbinare ai giorni di digiuno.

Vi incuriosisce? Leggeteli, ve li consiglio, sono due libri veloci, divulgativi quindi scritti in maniera semplice e leggera, fanno venire voglia di cambiare: dopo le prime pagine stavo già digiunando.
Tra sabato a pranzo e domenica a cena, quindi per oltre 24 ore, mi sono nutrita di frutta, tisane e due cucchiai di fiocchi d'avena.
Ho camminato, sono uscita, ho letto molto, mi sentivo Bene, con la B maiuscola.



Dose per due persone (sul libro é per 4, rispetto alla ricetta originale ho tolto l'aglio):

160 gr di spaghetti integrali (per me pasta di riso e mais)
Sale grosso
1/2 scalogno tagliato sottile
50 gr di pistacchi tritati 
50 gr di ricotta
3 cucchiai di olio evo
Pepe nero q.b
Acqua di cottura q.b.


Lessare la pasta in acqua poco salata, mentre cuoce preparare il pesto.
Stufare la cipolla tagliata a pezzetti con due cucchiai di acqua, dopo qualche minuto unire la ricotta e cuocere lentamente. Dopo 5 minuti unire i pistacchi, aggiungere l'olio evo e il pepe. 
Se il composto vi sembra troppo asciutto unire acqua di cottura (io ho aggiunto 5 cucchiai). 

sabato 22 marzo 2014

Porridge

Oggi ho preparato per la prima volta la zuppa o pappa d'avena, in inglese suona meglio: porridge!
Ci sono molte varianti per questa ricetta ma la base è una: far bollire i fiocchi d'avena in acqua o latte.
L'idea me l'ha data un'amica, avvocato di professione e amante del cibo sano per vocazione.
L'ho provato oggi per colazione e mi è piaciuto moltissimo!
Ingredienti per una persona:
3 cucchiai di fiocchi d'avena
150 gr di latte (io ho usato latte di capra)
60 gr di acqua
1 pizzico di sale
1 pera sbucciata e tagliata a cubetti
Cannella q.b
Versare in un pentolino avena, latte ed acqua.
Cuocere a fuoco lento mescolando di tanto in tanto. 
Appena il latte inizia a bollire unire la pera, il pizzico di sale e la cannella. Cuocere mescolando per altri 5 minuti.
Servire caldo e, a piacere, aggiungere zucchero di canna o miele.




lunedì 3 marzo 2014

Torta dei Puffi

Una delle mie due nipotine ha compiuto quattro anni, dopo la torta di Peppa Pig e la torta di Trilly, é stata la volta della torta dei Puffi.
Questa volta ho detto no alla torta in pasta di zucchero e, in collaborazione con mia sorella, é nato questo pan di spagna farcito e decorato, vi piace?
Poiché questa era una torta di compleanno per bambini doveva essere semplice e golosa.
Abbiamo quindi preparato un pan di spagna con e lo abbiamo farcito con una crema a base di ricotta, panna montata e gocce di cioccolato fondente.
La casetta dei Puffi l'abbiamo fatta con la pasta frolla, i cespugli invece sono delle caramelle Haribo Chamallows Rubino (che io chiamo i "fragoloni morbidi") decorate con palline di caramelle Haribo Primavera (cioè i fragolini).
Le ricette per realizzare questa torta sono essenzialmente tre:

- Pasta frolla per la casa:
300 gr di farina
1 uovo
1 tuorlo
120 gr di burro morbido tagliato a pezzetti
120 gr di zucchero
scorza di limone
1 pizzico di sale

- Pan di spagna per la base:
8 uova
300 gr di zucchero
320 gr di farina
1 bustina di lievito 
2 cucchiai di zucchero a velo per la bagna 

- La farcitura:
500 gr di ricotta
3 cucchiai di zucchero
200 gr di gocce di cioccolato
5 cucchiai di panna montata

- Glassa di zucchero:
Zucchero a velo q.b. (almeno 200 gr)
qualche cucchiaino d'acqua fredda
coloranti alimentari liquidi

Per decorare:
Caramelle 
Zuccherini bianchi per fare i pallini del tetto
Nastro rosa

Accessori utili: carta forno, pellicola per alimenti, spatola, teglia da 30 cm di diametro, coltello seghettato, ciotola, pennello da cucine e, ovviamente, i Puffi che preferite!

LA SERA PRIMA:

- Fare la pasta frolla: impastare tutti gli ingredienti, fare una palla di impasto, avvolgerla nella carta forno e metterla in frigorifero per 30 minuti. Trascorso il tempo dividerla in due pezzi, con uno fare il tetto della casa e con l'altro i muri ed il camino. Accendere il forno a 180°C.
Per fare il tetto dare all'impasto una forma rotonda alta quasi 1 cm, adagiarla su una scodella in ceramica (o adatta alla cottura in forno) sulla quale prima avrete messo un pezzo di carta forno (così sarà poi più facile staccarla).
Con un pezzettino di impasto fare il camino (basterà un piccolo rettangolo da 2 cm per 1 cm).
Per fare le mura invece prendere un recipiente cilindrico di diametro più piccolo di quello del tetto (noi abbiamo usato un'altra scodella), avvolgerlo di carta forno e poi ricoprirlo di impasto. 
Far cuocere per circa 20 minuti in forno caldo. Una volta tolti dal forno lasciar raffreddare sulle rispettive ciotole fino al giorno dopo.

- Fare il pan di spagna: io l'ho fatto nel Bimby, usando la farfalle e mettendo prima le uova e lo zucchero nel boccale: 10 minuti 37° vel.3 e poi aggiungendo farina e lievito e mescolando per 1 minuto vel. 4.
Se non avete il Bimby montate prima le uova con lo zucchero, lavoratele molto bene fino ad ottenere una consistenza spumosa, poi aggiungete delicatamente la farina setacciata con il lievito. 
Versare in una tortiera tonda da 30 cm imburrrata ed infarinata, cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti.
Se anche si formerà una sorta di "avvallamento" al centro (a me è successo) non preoccupatevi, una volta sfornato giratelo delicatamente sottosopra e lasciatelo raffreddare così, chiuso in un sacchetto di plastica (o avvolto nella pellicola) fino al giorno dopo.

IL MATTINO DELLA FESTA:

- Tagliare il pan di spagna a metà in maniera delicata utilizzando un coltello seghettato per il pane.
Sciogliere un cucchiaio di zucchero a velo in un bicchiere colmo d'acqua, utilizzare questa "bagna" per inzuppare un lato del pan di spagna, aiutatevi con un pennello da cucina. Rifare la bagna e ripetere sull'altra metà del pan di spagna. Cercare di bagnare il pan di spagna uniformemente concentrandovi bene sui bordi che, di solito, restano un po' più secchi.

Lasciar riposare il pan di spagna ed intanto preparare la farcia versando la ricotta in una ciotola, aggiungendo zucchero, panna e cioccolato a pezzi.
Quando la farcia sarà pronta versarla sulla base, livellarla con la spatola e poi, delicatamente, adagiare l'altra metà del pan di spagna.
A questo punto inizia la decorazione.
La prima cosa da fare è fare la glassa verde. E' semplicissimo, basta mettere lo zucchero a velo in una ciotolina, aggiungere il colorante (qualche goccia, regolatevi in base all'intensità che vorrete ottenere) e poi versare un po' d'acqua. Versate poca acqua per volta, altrimenti la glassa sarà troppo liquida. Nel caso in cui vi scappasse la mano con l'acqua aggiungete zucchero a velo fino a che tornerà morbida ma non liquida.
Stendere delicatamente la glassa verde sulla torta, aiutatevi con la spatola. La cosa bella della glassa di zucchero è che si "autolivella", provare per credere :) 
Sottolineo "delicatamente" perché così non rischierete di sollevare briciole di pan di spagna che potrebbero rovinare la stesura della glassa.
Ora, molto delicatamente, rimuovere il tetto e le mura dalle rispettive ciotole.
Le mura andranno solo appoggiate sul pan di spagna, il tetto andrà prima glassato e poi appoggiato delicatamente.
Sulla glassa ancora umida andranno appoggiati gli zuccherini per fare i "pallini" del fungo.
Per fare i cespugli di pufbacche prendere le caramelle morbide tipo marshmellows, glassate di verde e poi  appoggiare delle palline di caramelle rosse (o zuccherini o codette di zucchero).
Da ultimo scegliere i propri puffi preferiti, versre una goccia di glassa su ciascun piede e...appoggiarli! 
Ps. noi abbiamo anche nascosto il gattaccio Birba tra i cespugli, era il mio personaggio preferito! :)